Percezioni diverse

Stanca la vita a sentirsi abusata.

Si siede, trattiene il respiro,

a singhiozzo va avanti:

è un attimo che dura eterno,

la trattiene, imbavaglia, l’inghiotte.

Poi l’illuminazione che cade a caso a colpirla:

non è il tempo a frantumarsi invano,

ma è il respiro che torna leggero.

Soave l’occhio si guarda d’intorno

e brezza felice l’orienta.

Soprassiede su tutto tenace come niente vi fosse

a scalfirla.

E’ un dono l’esistere lento,

di abusi un ricordo lontano.

Brilla il presente, s’appronta, sagace,

indirizza anche quando si perde.

E’ luce d’intorno di niente:

tutto tace e silenzio vi parla.

Annunci

Informazioni su sindgia

Filologa classica per intuizione, Insegnante di lettere per combinazione, Curiosa del mondo per vocazione.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Percezioni diverse

  1. Cadeau ha detto:

    alla fine della lettura ho pensato questo….come un guizzo, un lampo, uno scoppio, un salto, uno schiaffo, una carezza, un pensiero per te….
    ” m’illumino d’immenso”

  2. sindgia ha detto:

    Effettivamente ci sono dentro il guizzo, il lampo, lo scoppio, il salto, lo schiaffo, la carezza, il pensiero …e se ce lei hai trovate… quella volta che ho trovato in te tanti anni fa le parole che mi servivano, vuol dire evidentemente che non era per caso: in qualche modo strano ci illuminiamo d’immenso a scatti che si sfiorano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...