Desolazione nell’agorà fra me e te: chi era noi?

Ordinare i pensieri, le azioni,
sistematico l’esistere
non ti riesce,
sfugge anzi in un caos
che travolge,
anche me.
E non potrei, non dovrei, non vorrei.
Eppure eccomi, ancora, eccomi
a catalogare fra le pieghe,
soccorrere, sopperire, sollevare
sistemare poi logicamente cianfrusaglie tue,
ordinare brandelli d’esistito a casaccio tuo
mi riesce.
In un rebus complicato non mi perdo,
giungo anzi salvifica,
proprio come non vorrei:
mai vittima, sempre disponibile
al di sopra di tutto un rammendo di azioni,
opportuna mai casuale
né acerba,
ché anzi ponderata risulto
al contrario dell’intorno
che batte senza ritmo,
dove tutto accade di fretta
senza cultura, bellezza, raziocinio.
Giustizia non la tocco.
Troppo alto l’ideale:
si sporca solo col pensiero.
E non vale mai in questa direzione.
È tutta immondizia d’intorno:
toccarla con le mani
e ripulirsi a fatica
succede.
Succede di insozzarsi e fa male:
tremenda rabbia ne sprizza tortuosa.
Arduo quanto chiedi:
inesatti e approssimati i movimenti,
mentre ti vorrei altrove circospetto.
E spiazzi l’esistere di chi chiede
un altrove di angolo per sé,
senza commissioni.
Intervengono poi gli eventi:
non si può scivolare,
accanirsi neppure,
e ancora veloci serve intervenire
ed arginare in apparenza misteriosa
che è velo di Maya nauseabondo.
Occorrono preventivi, pronostici, provvedimenti?
No.
Occorrono distanze,
casualità, vortici che tornan regolari,
ritmi senza cuore,
occorre che vada lontano
il trambusto
e colpire con forza, non più parare colpi
non stringere i denti in sé, ma mordere
non soffocare pensieri acuti,
ma aprire respiri su facce altrui.
Imporre dire serafici
“No. Non mi va. Non va”,
senza l’empatia e la cura,
senza la veste finta che m’intralcia.
Non trascinarmi per te:
è me che vuoi? Sto qui.
Non difendermi da chi non c’è.
Da te piuttosto sì. Me lo devi. Si può.
Lo devo a me il fuggire.
Sopravvivere è legge d’umanità: la mia.
E andare oltre le cose.
Ma attendere s’impara con dolore
e necessità modifica l’essere contro natura.

Annunci

Informazioni su sindgia

Filologa classica per intuizione, Insegnante di lettere per combinazione, Curiosa del mondo per vocazione.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...