Ad un pensiero che torna

E vorrei per una volta esser io quella  che rimane,

eppure poi fuggo,

non mi fermo

ché temo la passione

e concentrarsi oltre quello che mi va.

Lo spavento che mi prende,

il fallimento alla porta,

le bollette insieme

e un acquario di sogni che svanisce…

Allora l’istante, il tumulto,

questo dolce sottile

cercarsi e intuirsi

senza cogliersi mai.

Aspettami, se mai arriverò

sarà dolcissimo comprendersi,

eppure penso che siano grovigli di pensieri

a separarci oltre un mai

e una dichiarazione che non procede

oltre gli sguardi,

e si ferma premurosa per il disturbo

e accarezza solo:

manca la fiamma che brucia e spezza il respiro.

C’è, oltre gli altri,

questo indelebile rimanere sospesi come a un filo,

non i pensieri

ma il pensarsi ed esserci

e sintonie d’incanto.

E stanno appese come voglio

ché coglierle non so, non potrei,

m’imbarazza e lega a un dove

che mi divora e respingo.

Perdonami se non so invitarti,

ma solo sorridere e rimandare.

Perdonami se non ho la responsabilità

di un incontro che sia azione decisiva.

Perdonami se indugio

in questi ritmi sospesi del cuore,

ma è l’ abbraccio più vero che mai potrei

permetterci.

Eppure ci siamo:

veri onesti e sinceri,

di sostanza.

In un effimero stagliarsi oltre la vita.

Sogno e realtà in un istante si coglie:

non accadere è un bene che abbraccia

quando lo si sa.

Annunci

Informazioni su sindgia

Filologa classica per intuizione, Insegnante di lettere per combinazione, Curiosa del mondo per vocazione.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...