Archivi categoria: Uncategorized

Dentro un’altra citazione

Rumori di primavera Ritrovare il mio ritmo Sentire nell’aria l’odore del bello: ecco, ora non accade. Ripercorrere con te la distanza che separa E senza timore, oltre il confine incedere Lasciarsi affiancare Abbandonare spazi da determinare Ritrovare fiducia in un … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Quid [sine nomine].

L’abbraccio e la spinta, Perder per un istante La misura da sè, di sè, Trovare la parola spietata di chi ti guarda negli occhi e riconosce chi sai. Amare anche quest’incertezza, Invocare un perdono da sé, Accarezzare la paura e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Ad un pensiero che torna

E vorrei per una volta esser io quella  che rimane, eppure poi fuggo, non mi fermo ché temo la passione e concentrarsi oltre quello che mi va. Lo spavento che mi prende, il fallimento alla porta, le bollette insieme e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Quasi novembre

Nebbia: si perdono i contorni e non sempre è un male, soprattutto per chi, come me, è così definita e definitiva. Ti ascolto mentre parti e navighi fin dove vorrei incontrarti: sarebbe scontro, incerto inciamparsi che sul mio volto trasalirebbe … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ultra. [Appunti da un viaggio]

All’orizzonte niente: solo io e questa me. E steppa, cielo chiaro, e giallo di polvere e celeste, ancora celeste, non una nuvola e sprazzi di verde e fili di cotone che verranno e tu che appari e scompari. Sarebbe stato … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Esegesi del Sé.

      Vivo di incipit & Conclusioni che sono rimandi   Note al testo che dimentico di comunicare.     Riscrivermi: ovvio.   Accolgo la lezione ma il refuso non convince E il testo rimane zoppo.     Diverrà … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Inno cletico rivisitato. Ai più, ai pochi. Ovviamente a sé. Ai sogni e alle speranze: maledette Sirene che braccano.

Ho comprato dei tulipani. Sia mai che riescano a darmi quel sollievo che non giunge da te, da voi, da me. Chi siete? Chi siamo? Quale peso gli eventi? Dentro, fuori, intorno convulsa confusione e morde a tratti questo mio … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento