Archivi tag:

Quid [sine nomine].

L’abbraccio e la spinta, Perder per un istante La misura da sè, di sè, Trovare la parola spietata di chi ti guarda negli occhi e riconosce chi sai. Amare anche quest’incertezza, Invocare un perdono da sé, Accarezzare la paura e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Esegesi del Sé.

      Vivo di incipit & Conclusioni che sono rimandi   Note al testo che dimentico di comunicare.     Riscrivermi: ovvio.   Accolgo la lezione ma il refuso non convince E il testo rimane zoppo.     Diverrà … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Cercare la presenza.

Costante preziosa degna di un nome che non spaventa appassionante e sincera anche nei vuoti necessari mai sopravvalutata né ostentata pacifica e naturale venga a me come un soffio. Una presenza necessaria eppure mai cercata per bisogno un’aria che non … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Appunti sparsi sull’amore o su quello che potrebbe essere

Perché tenerci per mano? Perché non guardarsi attentamente e poi seguirsi in corsa interessati, indipendenti osservatori? Mi attanaglia il dopo, l’oltre, la separazione. Che cuore sei? E dove? Senti l’assenza come io nuoto in un mare di cose? Non ci … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento